Semine primaverili: 10 ortaggi da non perdere e da seminare adesso!

22 Marzo 2024 ORTO , , , , , , , ,

Semine primaverili

Finalmente è giunto il momento delle semine primaverili e possiamo iniziare a coltivare i nostri orti, in giardino o in vaso sul terrazzo.

Nei mesi scorsi abbiamo preparato il terreno per il letto di semina e steso la concimazione di fondo e abbiamo acquistato i vasi che ospiteranno gli ortaggi sul terrazzo o sul balcone. Con l’arrivo della primavera possiamo finalmente iniziare le semine, anche sperimentando nuove varietà. Ecco 10 idee originali per il tuo orto!

Semine primaverili: 10 varietà da scoprire per l’orto

Tra le Cicorie vi suggeriamo la Zuccherina di Trieste che produce cespi con foglioline molto tenere e con sapore delicatissimo. Le foglie sono larghe, tonde, erette, con costa e nervatura leggere. Ha un ciclo vegetativo precoce e ricaccia ripetutamente e rapidamente.

La Cima di Rapa Quaratina, come dice il nome stesso, impiega quaranta giorni per produrre i frutti. Si semina da marzo a ottobre con una temperatura minima di 15°C.

Il Coriandolo (Coriandrum sativum) viene usato per aromatizzare i liquori o i sottaceti. I suoi semi freschi sono ottimi se macinati sulle verdure o nel riso. Si usa anche come tisana per combattere l’emicrania. Si semina all’aperto da aprile a giugno e si raccoglie da giugno ad agosto.

Tra le Melanzane vi suggeriamo la Violetta Lunga di Napoli, una varietà tipica della cucina italiana. Il frutto è grosso, lungo 20/22 cm circa, di forma allungata cilindrica: di colore viola intenso uniforme all’esterno e con polpa bianca all’interno. Ha un ciclo vegetativo medio-precoce e si semina da aprile a maggio con una temperatura minima di 20°C.

I Peperoncini non possono mancare in nessun orto: per dare un tocco piccante ai nostri piatti possiamo coltivare i Jalapeno messicani, con un sapore delicato e adatto anche a chi non ama la cucina troppo piccante. I frutti hanno una polpa spessa, sono lunghi circa 5/7 cm e hanno un colore verde scuro. Se lo lasciamo sulla pianta tende a diventare rosso, ma andrebbe raccolto quando è verde.

Per gli amanti delle conserve, suggeriamo il Peperone Ciliegia adatto per essere riempito e conservato sott’olio. I frutti sono piccoli e rotondi, verdi quando spuntano e rossi a maturazione. Si semina da aprile a maggio quando le temperature minime superano i 18°C.

Vogliamo provare una aromatica insolita? Vi suggeriamo la Senape che produce una bella fioritura profumata estiva apprezzata dagli impollinatori che contiene i semi, dal sapore originale, che possiamo usare in cucina. I semi di Senape sono indori e insapori, ma se triturati o lasciati a mollo in acqua sprigionano il loro aroma intenso e caratteristico. Si semina da marzo ad aprile e si raccoglie da maggio a ottobre.

Tra le semine primaverili in un orto non possono mancare degli Spinaci, come la varietà Matador con foglie grandi, medio larghe e abbastanza lunghe, di colore verde inteso con peziolo di media lunghezza. Ha un ciclo vegetativo precoce e si semina da febbraio a maggio quando le temperature minime superano i 7°C.

Lo Zucchino San Pasquale è una particolare varietà, precocissima, apprezzata per la produzione dei fiori, uno degli ingredienti più ricercati della tradizione culinaria italiana. Produce numerosi frutti di media lunghezza, di colore verde striato e si semina da aprile ad agosto in presenza di temperature minime di 21°C. Si raccolgono da maggio a novembre.

A chi preferisce il frutto delle Zucchine e non solo i fiori, suggeriamo la coltivazione dello Zucchino nano verde di Milano. Ha un ciclo vegetativo precoce e produce frutti cilindrici lunghi circa 18/20 cm, senza coste, con epicarpo verde scuro non marezzato.

Vuoi scoprire tutti gli ortaggi che si possono seminare in primavera? Leggi questa notizia!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *