Cosa mangia un Riccio selvatico: un alleato naturale per il nostro giardino

24 Luglio 2020 GIARDINO ,

Cosa mangia un Riccio

Cosa mangia un Riccio selvatico? Il Riccio comune (Erinaceus europaeus), detto anche riccio europeo, è un prezioso alleato per i nostri spazi verdi perché è un efficiente natural born killer di molti animali nemici dell’orto e del giardino: come limacce, lumache, invertebrati di ogni genere, fino a rettili, vipere (non teme i morsi velenosi) e topi. Nonostante il suo aspetto pacioso, il Riccio ha la spietata abitudine, dopo aver ucciso gli adulti, di dissotterrare i nidi per cibarsi dei cuccioli.

Uno dei capisaldi del giardinaggio biologico è proprio l’utilizzo dei nemici naturali dei parassiti del nostro giardino, come le Coccinelle contro gli Afidi e, appunto, i Ricci contro Lumache e Topi.

Il problema è che il Riccio è – giustamente – un animale protetto, quindi non possiamo né acquistarlo, né cacciarlo. Però possiamo creare degli spazi nel giardino, accoglienti e sicuri, in cui i Ricci possano scegliere spontaneamente di costruire una tana.

Cosa mangia un Riccio?

Un Riccio è lungo circa 25 cm e pesa circa 1 kg, anche se quando va letargo in inverno prende molto peso. L’olfatto è il suo senso principale, ma vede fino a 30 metri di distanza. È un animale notturno, non tanto per sua natura ma per adeguarsi alle abitudini delle sue prede in maggioranza notturne. Con la sua corazza di spine non corre pericoli durante il giorno a causa di predatori e non si fa problemi anche ad attraversare spazi liberi. Il suo eccesso di sicurezza è però anche il suo punto debole: la prima causa di morte prematura dei Ricci sono infatti le automobili; il Riccio si blocca e si appallottola come forma di difesa di fronte a un pericolo ed è il modo peggiore per affrontare un’auto che arriva a 70 km orari sulla provinciale.

Anche per questa ragione è importante creare uno spazio del giardino da dedicare ai Ricci selvatici: per evitare che debbano attraversare strade nel loro peregrinare alla ricerca di cibo.

Fra ottobre e aprile vanno in letargo e nei mesi precedenti è molto importante per i Ricci poter disporre del cibo necessario per superare l’inverno. Se non accumulano una quantità di grasso corporeo sufficiente rischiano di morire d’inedia in letargo.

Poiché prima di affrontare il letargo i Ricci sono soliti creare il proprio giaciglio con una buona quantità di muschio e foglio secche, possiamo mettere a disposizione questi materiali tra settembre e ottobre per rendere più accogliente il nostro giardino per questi simpatici alleati. Lo spazio per i Ricci dovrà essere un po’ disordinato, con rami e foglie come in un bosco naturale, possiamo anche costruire un piccolo riparo in legno e dovrà avere sempre a disposizione cibo e una ciotola d’acqua.

Ma torniamo alla domanda iniziale: cosa mangia un Riccio?

I Ricci sono onnivori e quindi mangiano di tutto. Ma la componente di insetti e invertebrati è molto importante: possiamo attirare questi animaletti utili nel nostro giardino con degli snack appositamente studiati per i Ricci e a base di insetti (crisalidi di baco da seta, larve della farina, locuste) e carne (gamberetti essiccati, carne e pesce).

Possiamo lasciare anche ghiande, bacche e frutta, che in caso di necessità sono gradite ai Ricci. Anche le verdure aiutano a variare la dieta: carote, piselli e fagioli vanno benissimo. Forniamo frutta e verdura una volta alla settimana: il Riccio ha bisogno di fibre ma non troppi zuccheri che possono sovraccaricare i reni o il cuore.

Se possedete un cane o un gatto, scoprirete che i Ricci sono molto ghiotti dei loro croccantini a base di pollo o carne. Contengono un alto contenuto di proteine (non più del 20-25% però) ed è un ottimo alimento per i Ricci.

Cosa non va bene

Dobbiamo invece assolutamente evitare latte e sottoprodotti poiché i Ricci non digeriscono il lattosio e possono incorrere in gravi problemi, anche mortali.

Evitiamo anche gli ortaggi troppo acidi come limoni, arance e pomodori che possono infastidire l’olfatto del Riccio.

Vanno evitati anche i cibi ricchi di amido (come riso, pasta, patate o castagne) così come è meglio evitare mandorle, nocciole, insaccati, dolci e prodotti da forno (pane, biscotti, ecc.).

32 Commenti

  • Carla
    -

    Ma vanno bene i croccantini per gatto?

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, sì, ne vanno ghiotti fra l’altro!

    • Sara
      -

      Si assolutamente! Al mio dò quelli per i gattini piccoli
      Però non devono mangiare la carne di maiale
      Vanno benissimo quelli di pollo o tacchino
      Meglio se con fibre
      Un saluto

      • Sementi Dotto
        -

        Grazie dei tuoi consigli!

      • Zaffis
        -

        I semi di girasole li possono mangiare?

        • Sementi Dotto
          -

          Buongiorno, i ricci adorano i semi di girasole! Buon giardinaggio!

    • Emma
      -

      Posso dare crocchette del cane pollo?

      • Sementi Dotto
        -

        Buongiorno, sì i croccanti di pollo vanno bene, ma controlli il contenuto di proteine (non più del 20%) e non ecceda. Forniamo anche verdura fresca e frutta una volta alla settimana.

        • Agnesina
          -

          in altri siti dicono di non dare frutta e verdura: a chi dobbiamo dare ascolto??

        • Sementi Dotto
          -

          Buongiorno, dia retta al riccio :) Se mangia volentieri frutta e verdura gliele dia ogni tanto.

      • Giulia
        -

        Salve ho trovato un riccio appena nato cosa devo dargli da mangiare ? Considerato che ancora non sa masticare ?

        • Sementi Dotto
          -

          Buongiorno, va svezzato: si rivolga a un veterinario che potrà controllarne lo stato di salute e darle i migliori consigli.

    • Enrico Maria
      -

      Anche l’umido del gatto soprattutto pollo.

      • Sementi Dotto
        -

        Grazie per il tuo contributo!

  • Felix
    -

    Si possono dare le crocchette di pollo anche se è neonato. Ho trovato un riccio neonato ne giardino ma non so come accudirlo

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, se il Riccio è già svezzato (cioè se pesa più di 100 grammi) può dargli tranquillamente gli alimenti secchi per i gatti a base di pollo. Lo associ anche ad alimenti più “sani”, come uova bollite, frutta matura e verdure cotte. Lasci sempre a disposizione anche l’acqua fresca, da cambiare ogni giorno.

  • Maddalena
    -

    Volevo sapere la marca di crocchette che.si possono dare ai ricci grazie

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, qualsiasi alimento secco per gatti.

    • Maria
      -

      Kittens per gattini piccoli

  • Maria
    -

    Grazie mille per i consigli!

  • Miriam
    -

    Come evitare che un riccio lasci i suoi escrementi nella ciotola dei gatti dopo aver mangiato i loro croccantini? E sporca pure un’area del cortile. Ho paura che ci si possa infettare dei suoi parassiti intestinali, sia per i gatti che per gli abitanti di casa. Grazie.

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, i Ricci in effetti, se malati, possono essere vettori di malattie per cani e gatti. Non esistono però dissuasori per Ricci, se non creare barriere invalicabili. Provi a spostare le ciotole dei gatti: non trovando cibo non torneranno.

      • MICHELE
        -

        buongiorno se da io ho trovato un riccio piccolo se lo lascio libero muore?o riesce ha cavarsela?

        • Sementi Dotto
          -

          Buongiorno, dipende dalla grandezza del riccio: se non è stato svezzato non sopravvive da solo. Se non sa come fare, chieda l’aiuto di un veterinario: la saprà consigliare al meglio.

      • Rita
        -

        Come fare una casa per riccio piccolo, trovato in giardino , ieri . Poiché fa freddino ora l’ ho messo nel box perché si riprenda , con acqua pezzetto di mela , cibo per gatti / pollo e qualche seme di girasole .. Cosa devo fare per lasciarlo libero ?

        • Sementi Dotto
          -

          Buongiorno, se il riccio è già svezzato ed è abbastanza robusto (non ci ha scritto quanto pesa), può creare delle tane in giardino. Per esempio usando una cassetta della frutta al contrario, su cui apriremo un ingresso, ricoperta con teli e foglie in modo che non entri l’acqua. Le suggeriamo di creare anche un ambiente totalmente naturale, per esempio realizzando un cumulo con paglia, foglie e piccoli rami. Spesso i ricci preferiscono infilarsi in questi ambienti durante il giorno, snobbando le “casette” che abbiamo curato con tanto amore! I ricci sono animali notturni e selvatici e non si stupisca se andrà via: è nella sua natura. Ma quando avrà fame o bisogno di un rifugio, tornerà! Buon giardinaggio!

  • Emma
    -

    Nel mio giardino c’è un riccio che adora i cachi. Può mangiarli senza problemi?

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, se piacciono a lui non vediamo problemi. Alcuni ricci sono ghiotti di kaki, altri invece li scartano!

  • Nicole
    -

    Salve, vivo a Firenze, ieri sera 19 Nov ho trovato un riccio nel parcheggio condominiale di casa di mia mamma. Il giardino condominiale ha sì un bello spazio verde, ideale per un riccio, ma allo stesso tempo è davvero molto trafficato. Memore di tutti i Ricci investiti che ho visto quest’estate nella strada principale che si trova subito fuori il parcheggio condominiale, ho deciso di portarlo in casa per verificare quanto pesasse. Pesa 270g, sembra stare bene, mangia ed è attivo, però a quanto ho letto documentandomi, pesa troppo poco per passare l’inverno. (Ho letto infatti che il peso dovrebbe essere di almeno 550-600 g).
    Così ieri provvisoriamente l’ho sistemato in una cassa di legno con foglie e rametti, e oggi vorrei trasferirlo nel giardino di casa di mio padre per fargli passare l’inverno lì, che è un posto molto sicuro. Può essere una buona idea?
    Sarebbe mia intenzione lasciargli a disposizione un rifugio e garantirgli acqua e un po’ di cibo nelle giornate più calde in cui magari (visto che pesa poco) si sveglierà per cercare qualcosa da mangiare.
    A primavera vorrei trasferirlo in un giardino più grande e adatto alle sue necessità.
    Grazie per il vostro parere. Spero di non aver sbagliato, ma non riuscivo a lasciarlo nel parcheggio nell’ora di punta dei rientri..

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, ci sembra che vada tutto bene. Non è semplice creare un habitat gradito ai ricci, non si stupisce quindi se cercherà di scappare o se non starà nella “casa” che avete preparato. Sarà l’animale a scegliere dove vivere. Buon giardinaggio!

  • Maria
    -

    Salve, ho due riccette in casa da due e tre anni. Non posso rimetterle in natura come ho fatto con molti altri ricci e vorrei sapere come posso arricchire la loro alimentazione. Ora dò pollo lesso, patè di pollo o tacchino, crocchine kittens bagnate bene (una ha pochi denti) , carote e zucchine bollite, pezzetti di mela, banana e mirtilli.
    Qualche camola della farina ogni tanto.
    Fanno tanto sporco quando fanno i bisogni, qualcuno ha un suggerimento per evitare che ci passino sopra all’infinito ?
    Grazie

    • Sementi Dotto
      -

      Buongiorno, forse una griglia sollevata da terra, in modo che le deiezioni cadano sotto e i ricci restini sopra puliti. Comunque le suggeriamo di contattare un veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *