Come e perchè coltivare la Curcuma in vaso

15 Dicembre 2023 ORTO

coltivare la Curcuma

Ci sono tanti motivi per coltivare la Curcuma in vaso: per i tanti usi in cucina, ma anche per le splendide e durature fioriture autunnali.

La Curcuma (Curcuma longa) è una spezia molto presente nella cucina indiana e la troviamo impiegata nell’industria alimentare di prodotti da forno, gelati o yogurt come colorante vegetale arancione. Detta anche Zafferano delle Indie, è una pianta tuberosa dotata di una robusta radice rizomatosa da cui si estrae la spezia, simile allo Zenzero, che appartiene alla stessa famiglia della Curcuma. Ma forse non tutti sanno che verso la fine dell’estate produce delle bellissime e appariscenti fioriture che permangono sulla pianta fino a novembre.

Le infiorescenze sono composte da una serie di brattee, cioè foglie modificate, che da verdi arrivano al viola verso l’alto: i veri fiori sono giallo-arancioni e sono contenuti nelle tasche formate dalle brattee.

Dove coltivare la Curcuma

Possiamo coltivare la Curcuma nel nostro appartamento, in una zona luminosa ma evitando di far colpire la pianta dai raggi solari diretti. Cresce bene con temperature comprese tra i 20°C e i 30°C, mentre non tollera il freddo sotto i 15°C.

Se ci accorgiamo che i fiori appassiscono troppo velocemente, spostiamo la pianta in un luogo più luminoso.

All’inizio dell’estate possiamo spostarla sul terrazzo, collocandola però lontano dai raggi solari diretti e alla fine di agosto la riportiamo all’interno.

Come coltivare la Curcuma

Tra aprile e maggio possiamo procedere al trapianto dei bulbi. Stendiamo sul fondo del vaso che abbiamo scelto uno strato di biglie di argilla espansa, in modo da proteggere le radici da eventuali eccessi idrici nel sottovaso. Posizioniamo il bulbo al centro e riempiamo il vaso. Se desideriamo usare la radice come spezia, sceglieremo un terriccio biologico. Se invece coltiviamo la Curcuma per le sue belle fioriture possiamo ricorrere a un terriccio per piante da fiore. Al termine pressiamo delicatamente in modo di farlo ben penetrare nel vaso ed evitare bolle d’aria. Al termine del rinvaso, irrighiamo generosamente la pianta e svuotiamo il sottovaso dopo dieci minuti.

Come concimare la Curcuma

Le sostanze nutritive contenute nel terriccio durano per qualche settimana e in seguito dovremo prevedere un programma di concimazione annuale, scegliendo un concime liquido.

I fertilizzanti liquidi vanno diluiti nell’acqua per l’irrigazione durante il periodo vegetativo: indicativamente ogni 15 giorni da aprile ad ottobre.

Come irrigare la Curcuma

Manteniamo il terreno a una giusta umidità ed eliminiamo i ristagni nel sottovaso che possono causare la marcescenza del tubero.

Gli eccessi di umidità fanno marcire i fusti alla base. Prima di irrigare aspettiamo quindi che il terreno risultati asciutto al tatto e dopo circa mezz’ora dall’irrigazione, svuotiamo i sottovasi dall’acqua in eccesso.

La Curcuma richiede una buona umidità ambientale. Dobbiamo nebulizzare spesso le foglie, specialmente in estate e quando sono in funzione gli impianti di condizionamento e riscaldamento. Utilizziamo acqua piovana e non calcarea.

Se l’ambiente è troppo secco i bordi delle foglie tendono a diventare scuri e secchi: interveniamo subito programmando più nebulizzazioni.

Il riposo vegetativo

Al termine della fioritura la parte aerea della pianta tende a seccarsi: è il normale ciclo vegetativo della pianta. La prossima primavera tornerà a germogliare per prepararsi alla fioritura estiva. Lasciamo appassire completamente le foglie prima di tagliarle vicino al fusto.

In questa fase possiamo anche estrarre il bulbo, se desideriamo tagliarne un pezzo da usare come spezia. Per ottenere la polvere arancione dobbiamo bollire i rizomi per poi essiccarli, prima di macinarli.

Possiamo conservare il tubero in un luogo asciutto e buio, per poi trapiantarlo la prossima primavera, oppure lo lasciamo nel terreno ma spostiamo il vaso in un luogo asciutto e non troppo caldo della casa. Durante questo periodo sospendiamo anche le irrigazioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *