Come coltivare le Peonie: bulbi primaverili da non perdere

12 Febbraio 2021 CASA-TERRAZZO, GIARDINO

coltivare le peonie

Coltivare le Peonie è facile e soddisfacente, grazie alla loro fioritura spettacolare e alla bassa manutenzione richiesta.

Questa pianta, nella varietà erbacea, viene spesso coltivata come fiore reciso per creare mazzi ornamentali o in ampi vasi insieme ad altre bulbose per formare eleganti composizioni. Il ruolo di protagonista lo hanno i fiori, grandi e variegati, ma anche le foglie possiedono ottimo valore ornamentale.

I bulbi da fiore delle Peonie sono bulbi primaverili, cioè vanno messi a dimora in primavera per sbocciare in estate. Da marzo a giugno, a seconda della semina, le Peonie regalano fiori spettacolari e profumati, semplici o doppi, bianchi (Peonia Duchessa de Nemours), rosa (Peonia Sarah Bernhardt) o rossi (Peonia Red Magic).

Coltivare le Peonie: attenzione ai ristagni idrici

Il bulbo della Peonia va interrato in un substrato soffice e coperto con una quantità di terra pari al bulbo stesso.

Il substrato giusto dovrebbe essere composto da un terriccio per piante fiorite a cui misceleremo una dose di concime granulare a lenta cessione che aiuterà la Peonia a svilupparsi durante la fase vegetativa.

Questo bulbo ama i climi freschi e resiste al gelo fino a -20° C, ma teme il caldo torrido, in quanto il sole troppo forte può causare lo scolorimento dei fiori. La posizione ottimale sarà quindi e a mezz’ombra.

Le irrigazioni vanno effettuate con regolarità e generosità per tutta la primavera e l’estate, al fine di lasciare il terreno sempre umido ma mai fradicio. Come per tutti i bulbi, vanno sempre evitati i ristagni idrici, poiché generano facilmente marciumi. Se vengono coltivati in vaso, svuotate sempre il sottovaso dopo l’irrigazione.

Quando cresce, la Peonia può arrivare fino a 100 cm di altezza, corredata da ampi fiori e piccole foglie verde brillante. Al termine della fioritura in autunno, si consiglia di potare le Peonie erbacee a pochi centimetri dal suolo, pacciamando il terreno per proteggerlo dal gelo, o in alternativa, dissotterrando il bulbo e conservandolo in luogo fresco e asciutto per piantarlo la primavera seguente.

A questo link trovi tutti i Bulbi primaverili!

E scopri dove puoi acquistarli cliccando qui!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.