Come coltivare la Thuja: anche in varietà nana

24 Novembre 2023 GIARDINO

coltivare la Thuja

Possiamo coltivare la Thuja per impiegarla come siepe se abbiamo bisogno di una fitta copertura. In giardino, infatti, le Thuje sono molto apprezzate le loro fronde molto fitte, di cui la varietà da giardino raggiunge anche oltre i 20 metri di altezza; ideale quindi se piantata in serie per comporre delle siepi.

Esiste una varietà nana, che si attesta su un’altezza poco sopra 1 metro e può essere coltivata anche in vaso.

Dove coltivare la Thuja

La Thuja, appartenente alla famiglia delle Cupressacee, è un arbusto sempreverde che si distingue per la sua rusticità. Si adatta bene ad ambienti con vari tipi di clima, ma va esposta alla luce diretta del sole.

Possiamo quindi coltivarla se abitiamo in pianura ma anche se viviamo in località montane. Non è consigliata invece la coltivazione in aree marine, poiché l’aria satura di sale delle coste può creare sofferenza a questa pianta. Evitiamo altrettanto le zone soggette a forti venti, che possono portare sbalzi bruschi di temperatura e rovinare le fronde.

Come coltivare la Thuja

Possiamo coltivare la Thuja in diversi tipi di terreno, sia acidi sia calcarei. Verifichiamo che il terreno sia morbido, soffice, ma capace di trattenere l’umidità, e aggiungiamo un buono strato di pacciamatura con corteccia ai piedi della pianta.

Al momento del trapianto integriamo nella buca d’impianto una dose abbondante di concime organico come lo stallatico pellettato. In alternativa possiamo usare un fertilizzante granulare a lenta cessione organo-minerale complesso.

La distribuzione di concimi a lenta cessione va ripetuta ogni quattro mesi all’inizio di ogni stagione.

Come irrigare la Thuja

Gli esemplari adulti di Thuja sfruttano l’acqua piovana, invece dobbiamo irrigare con costanza quelli giovani e appena trapiantati.

In particolare innaffieremo nei mesi estivi o in quelli invernali con scarse precipitazioni.

Come potare la Thuja

Procediamo con una potatura vigorosa solo una volta l’anno, verso marzo, così da dare forma alle fronde per evitare una crescita eccessiva e disordinata.

I nemici naturali della Thuja

Per una buona crescita della Thuja poniamo attenzione ai ristagni idrici nel terreno, che potrebbero provocare marciumi radicali e malattie fungine alla base della pianta, rischiando quindi di indebolirla.

Anche l’attacco di alcuni tipi di insetti, come Afidi e Acari, che si cibano delle foglie, va controllato. In presenza degli insetti interveniamo con prodotti naturali, come il sapone molle, o insetticidi specifici per piante ornamentali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *