Come coltivare il Lillà

25 Febbraio 2022 GIARDINO

coltivare il Lillà

Possiamo coltivare il Lillà come pianta singola oppure in composizione con altri esemplari per formare una siepe informale. Resiste al freddo fino a -15°C e quindi può essere coltivata un po’ in tutta Italia.

Il Lillà (Syringa vulgaris) è un delizioso arbusto con foglie decidue, apprezzato particolarmente per l’abbondante fioritura primaverile. Da maggio a giugno produce infatti molte pannocchie vaporose di fiori particolarmente profumate. Se viene coltivato in siepe l’impatto del profumo è inebriante!

Nella maggior parte dei casi i fiori sono di colore lillà e sui toni del viola e del rosa chiaro. Ma ci sono varietà bianche, blu, rosse e anche screziate.

Come coltivare il Lillà

Scegliamo una posizione in giardino in pieno sole. Più sole riceve e più le fioriture saranno ricche e profumate.

Ha una grande resistenza al caldo e al freddo fino a -15°C.

Come irrigare il Lillà

Resiste a brevi periodi di siccità ma è bene prevedere delle irrigazioni regolari. In estate anche abbondanti.

Attenzione però ai ristagni d’acqua poiché il Lillà teme è soggetto a malattie fungine. Il terreno deve risultare umido ma non zuppo.

Come concimare il Lillà

Il Lillà apprezza un terreno fertile e morbido, con una componente argillosa e con pH neutro o basico. Quindi non acido.

Nei suoli molto poveri o poco profondi è bene fornire ogni anno, a fine inverno e all’inizio dell’autunno, una concimazione con stallatico pellettato o un fertilizzante granulare per piante da fiore e una pacciamatura protettiva con corteccia.

Come potare il Lillà

Generalmente viene usato in siepi informali e quindi non è necessaria la potatura.

Per contenerne la forma ed evitare che il Lillà diventi troppo alto, possiamo effettuare una potatura, dopo la fioritura.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.