Come coltivare i Sempervivum in vaso

1 Dicembre 2023 CASA-TERRAZZO

coltivare i Sempervivum

Possiamo coltivare i Sempervivum nelle nostre case senza doverci impegnare tanto: è una pianta resistente adatta anche per i “coltivatori” più distratti!

Il Semprevivo (Sempervivum) è un genere di piante succulente perenni che comprende oltre 50 specie diverse. Lo distinguiamo subito per la rosetta di foglie carnose che tende a propagarsi per mezzo di altre rosette laterali.

L’abbondanza di questa crescita lo portano a uno sviluppo del tutto peculiare. Noteremo che le piante adulte producono talvolta infiorescenze che portano alla morte della pianta, poiché esaurisce il suo ciclo vitale con la fioritura. Le rosette create nel corso degli anni però resisteranno e permetteranno quindi il proseguimento della specie.

Dove coltivare i Sempervivum

Possiamo coltivare il Sempervivum in casa in piccoli vasetti o in contenitori più ampi in composizione con altre piante grasse e succulente come il Sedum e la Echeveria.

Il Sempervivum ha bisogno di sole. Se notiamo che le nuove rosette rimangono piccole è per la carenza di luce: in questo caso spostiamo il vaso al sole.

Come coltivare il Sempervivum in vaso

La prima operazione che dobbiamo fare dopo l’acquisto delle piante grasse come il Sempervivum è il rinvaso.

Scegliamo un vaso con i fori di drenaggio sul fondo e stendiamo sul suo fondo uno strato di palline di argilla espansa. Avremo così due benefici: un migliore drenaggio e una protezione efficace delle radici dal contatto diretto con l’eventuale acqua in eccesso nel sottovaso.

Per il rinvaso utilizziamo un terriccio specifico per piante grasse, che contiene una parte di sabbia silicea per migliorare il drenaggio del substrato.

Come concimare il Sempervivum

Utilizziamo una dose di fertilizzante liquido per piante grasse diluita nell’acqua per l’irrigazione ogni 15 giorni, durante i mesi primaverili ed estivi.

In autunno e in inverno sarà sufficiente una volta al mese.

Come irrigare il Sempervivum

Come tutte le piante succulente, anche il Sempervivum non teme la siccità.

In base alla grandezza del vaso e alle temperature esterne dobbiamo valutare quando e con quale frequenza provvedere a irrigare. Nei vasi più piccoli l’acqua evapora più velocemente e dovremo innaffiare più di frequente. Così come in estate evapora più velocemente rispetto all’inverno.

Indicativamente va irrigato ogni tre giorni in estate e con meno frequenza nei mesi più freddi.

Stiamo molto attenti a non creare ristagni d’acqua nel sottovaso, perché le radici marciscono con facilità. L’uso di terricci universali anziché specifici per piante succulente, porta a questo problema. Se le foglie iniziano ad afflosciarsi, interrompiamo le innaffiature e procediamo con un rinvaso, sostituendo il vecchio terriccio fradicio con un nuovo substrato asciutto specifico per piante grasse.

Come potare il Sempervivum

Più che la potatura, per il Sempervivum è utile, in autunno, un taglio delle parti appassite o rovinate e una pulizia con un pennello, per eliminare impurità e seccumi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *