Le cipolle, lo scalogno e l’aglio prodotti partendo dai bulbilli hanno come vantaggio la raccolta anticipata rispetto al prodotto ottenuto dal seme, garantendo una produzione più omogenea e resistente alla conservazione. A seconda della stagione e della varietà, i bulbilli possono essere messi a dimora da ottobre a marzo.

Offriamo un vasto assortimento varietale di bulbi di cipolla, scalogno e aglio di qualità selezionata.

Cipolla e scalogno

La cipolla e lo scalogno si adattano bene ai terreni leggeri e di media consistenza purché non vi siano ristagni idrici che potrebbero provocare marciumi e compromettere la raccolta. La semina avviene in autunno o in primavera, a seconda delle diverse zone pedoclimatiche. È buona norma non seminare la cipolla per più anni consecutivamente sullo stesso terreno.

Semina della cipolla:

  • distanza sulla fila 10-12 cm
  • distanza tra le file 25-30 cm
  • profondità di semina 2 cm

Semina dello scalogno:

  • distanza sulla fila 15 cm
  • distanza tra le file 25-30 cm
  • profondità di semina 2 cm

La profondità di semina (circa 2 cm) dev’essere tale da garantire la copertura dei bulbilli, posizionati sempre con la punta verso l’alto. Durante la fase vegetativa della coltura è bene effettuare almeno due sarchiature leggere per garantire la pulizia del terreno e ridurre la competizione delle erbe infestanti (tale operazione può essere evitata per lo scalogno). A fine ciclo (giugno-agosto), i bulbi devono essere tolti dal terreno e lasciati ad asciugare sul campo per circa due tre giorni, in condizioni di bel tempo. I bulbi possono essere conservati in luogo secco e ventilato anche per molto tempo.

Aglio

La coltura dell’aglio poco si discosta da quella di cipolla e scalogno. L’aglio non presenta particolari esigenze in fatto di terreno. Sono da evitare nel modo più assoluto ristagni idrici.

Semina dell’aglio:

  • distanza sulla fila cm 12-15
  • distanza tra le file cm 30
  • profondità di semina 4 cm

Per un rapido germogliamento è consigliabile impiegare bulbilli grossi, che contengono più sostanze di riserva per lo sviluppo del germoglio e garantiscono una maggiore conservazione del bulbillo nel terreno. Entro giugno devono essere effettuate almeno due sarchiature. A luglio i bulbi vanno tolti dal terreno e lasciati ad asciugare al sole sul campo per due/tre giorni. Conservateli in luogo secco e ben ventilato.

Nella tabella di seguito trovate tutte le varietà del nostro assortimento, con la specifica dei calibri e il formato delle confezioni disponibili. Buona navigazione! 

VARIETÀ CALIBRO FORMATO CONFEZIONE
CIPOLLA Gigante di Stoccarda 14/21 500 g, 1 kg, 10 kg, 20 kg
CIPOLLA Gigante di Stoccarda 21/24 500 g, 1 kg, 20 kg
CIPOLLA Centurion ibrido F1 14/21 500 g, 20 kg
CIPOLLA Sturon 14/21 500 g, 1 kg, 10 kg, 20 kg
CIPOLLA Bianca 14/21 500 g, 10 kg, 20 kg
CIPOLLA Rossa 14/21 500 g, 10 kg, 20 kg
SCALOGNO Red Sun 7/15 500 g, 10 kg, 20 kg
SCALOGNO Red Sun 7/10 500 g, 20 kg
SCALOGNO Yellow Moon 7/15 500 g, 10 kg, 20 kg
SCALOGNO Yellow Moon 7/10 500 g, 20 kg
AGLIO Bianco 45+ 250 g, 10 kg
AGLIO Bianco (extra calibro) 60+ 10 kg
AGLIO Ottolini certificato 45/50 10 kg
AGLIO Rosso 45+ 250 g, 10 kg
AGLIO Rosso (extra calibro) 60+ 10 kg
AGLIO Messidrome (bianco) 50/60 500 g, 10 kg
AGLIO Germidour (viola) 50/60 500 g, 10 kg