Il successo nella coltivazione delle liliacee (cipolla, aglio e scalogno) dipende dalle cure dell’operatore e dall’accurata scelta dei bulbilli che devono possedere buona energia germinativa, elevata purezza varietale e un ottimo stato fitosanitario per non trasmettere dannose malattie fungine o virali.